Invito alla mostra personale di Claudio Marini, dal titolo: Anche chi racconta fiabe  è un assassino. In foto un particolare di installazione in metallo, con un papavero rosso cangiante e spighe di grano giallo oro.

EN

The solo exhibition "Even those who tell fairy tales are murderers" by Claudio Marini will be inaugurated on Sunday 16th June, and with this event Romberg Arte Contemporanea opens its’ last appointment of the 2023/24 exhibition season as part of the exhibition "(Only Lovers left alive)", curated by Italo Bergantini and Gianluca Marziani.

"Even those who tell fairy tales are murderers", is the title of the exhibition which takes its’ inspiration from a phrase by the sculptor and writer Fausto Melotti (whose art and writings emerge from a period of great historical and cultural turmoil, having lived between two world wars) which highlights how in every narrative there can be space to create alternative scenarios that are sometimes so distant as to be plausible but incompatible.

On display is a yet unseen cycle of works by Claudio Marini who with energy and irony between brushstrokes, which are at times iridescent, invites us to a shared, intense and multifaceted reflection on the impact of art and the countless narratives which nowadays attempt to invade every free moment of our life.

IT

Domenica 16 Giugno si inaugura la mostra "Anche chi racconta fiabe è un assassino" personale di Claudio Marini con cui la Romberg Arte Contemporanea apre all’ultimo appuntamento della stagione espositiva 2023/24 nell’ambito della rassegna "Solo gli amanti sopravvivono (Only Lovers left alive)", curata da Italo Bergantini e Gianluca Marziani.

"Anche chi racconta fiabe è un assassino", è il titolo della mostra che prende spunto da una frase dello scultore e scrittore Fausto Melotti (la sua arte e i suoi scritti emergono in un periodo di grande tumulto storico e culturale, vissuto a cavallo delle due guerre mondiali) che evidenzia come in ogni narrazione ci possa essere spazio per creare scenari alternativi talvolta talmente distanti da risultare plausibili ma incompatibili.

In mostra un inedito ciclo di opere di Claudio Marini che con energia ed ironia tra pennellate a tratti cangianti ci invita a una riflessione condivisa, intensa e sfaccettata sull’impatto dell’arte e delle mille narrazioni che ormai tentano di invadere ogni istante libero della nostra vita.

Using Format